Assicurazione Carta di Credito, cosa prevede e come funziona



L’argomento di oggi è l’assicurazione carta di credito, ossia una specie di garanzia che le banche richiedono nel caso in cui siate titolari di una carta di credito revolving. Facciamo finta che siate interessati a richiedere il classico prestito personale. Di norma, soprattutto nell’ultimo periodo, se le banche decidono di erogare il finanziamento, l’intestatario del prestito nella maggior parte dei casi dovrà stipulare un’assicurazione.

Tale assicurazione servirà a coprire e saldare una parte o tutto il debito residuo nel caso in cui il debitore dovesse perdere accidentalmente il proprio lavoro o dovesse malauguratamente decedere. L’assicurazione carta di credito viene utilizzata e richiesta dalle banche proprio per il medesimo funzionamento.

Servirà quindi a coprire il debito residuo del debitore nel caso in cui quest’ultimo dovesse decedere o perdere accidentalmente il proprio lavoro. A differenza del classico prestito personale però la carta di credito, che sia revolving o meno, ha delle ulteriori difficoltà. Può infatti essere rubata o clonata da terzi soggetti che potrebbero utilizzarla per sporchi affari o semplicemente per sottrarre tutto il denaro presente sul conto collegato.

Lo scopo di un’assicurazione sulla carta di credito dovrebbe quindi coprire anche incidenti di questo tipo. Non sottovalutateli in quanto purtroppo con le moderne tecnologie colonnare una carta di credito non è poi così tanto difficile.

Ricordate poi che più la carta di credito revolving in viene utilizzata che più vi sono le possibilità che questa possa essere coronata. Quando richiedete per la prima volta una carta di credito non date per scontato che sia presente in maniera automatica l’assicurazione. Si tratta di un servizio che alcuni istituti di credito forniscono in maniera del tutto gratuita ma che altre banche forniscono solo tramite l’acquisto di un pacchetto assicurativo.



L’assicurazione quindi andrà a risarcire il proprietario della carta che è stato vittima di frode. Logicamente l’assicurazione prima di risarcirvi effettuerà le dovute verifiche.

Cosa bisogna fare per essere risarciti dall’assicurazione quando viene clonata la propria carta di credito? In maniera tempestiva, non appena ci si accorge che qualcosa non va come dovrebbe, si dovrà denunciare il tutto alla propria banca. Più tempo trascorrerà più saranno alte le possibilità che la banca penserà che sia tutto regolare e potresti avere problemi nell’ottenere il risarcimento dovuto.

L’assicurazione sulla carta di credito è obbligatoria? No, l’assicurazione sulla carta revolving non è obbligatoria. Tanti però possiedono questa assicurazione e non sono nemmeno a conoscenza in quanto sottovalutano la lettura del contratto. Ricordate che leggere il contratto, soprattutto quando l’argomento in questione sono i soldi, è fondamentale.

Se siete già in possesso di una carta di credito ma non sapete se siete tutelati dalla possibilità che la vostra carta sia clonata dovrete prendere il contratto che vi è stato dato nel momento in cui avete stipulato l’accordo con la banca.

È probabile che tu sia in possesso di una carta prepagata e chi stia chiedendo se queste regole valgono anche per la tua carta di credito. Il mio consiglio è quello di controllare sul contratto se vi è una specifica sezione dedicata al rimborso per frodi o se vi è una sezione dedicata alle assicurazioni. Ogni carta prepagata, in base alla compagnia che la rilascia, ha sue regole. Nella maggior parte dei casi le carte prepagate non sono tutelate da una polizza assicurativa.

Questa almeno è la situazione attuale ma non significa che non vi saranno variazioni in futuro. Potrebbe sembrare ingiusto non possedere una polizza assicurativa che copra questo tipo di rischi anche perché si hanno gli stessi rischi di una classica carta di credito, può essere infatti allo stesso modo persa, smarrita o clonata.



Assicurazione Carta di Credito, cosa prevede e come funziona ultima modifica: 2018-06-25T11:13:40+00:00 da redazione