Esistono una moltitudine di polizze assicurative sulla vita, sulla casa, polizze RCA auto, assicurazioni personali, ecc. Tra tutte vi è anche l’assicurazione viaggi, che si tratti di una vacanza, di una trasferta per lavoro o di un viaggio per studio dedito allo stage formativo.

Le polizze viaggio consentono di mettere al riparo il sottoscrivente in caso di danni subiti durante il viaggio, al fine di poter ottenere un rimborso. Per “danni” si intende tutta una serie di eventi che potrebbero verificarsi e compromettere il viaggio come l’insorgenza di un malanno improvviso, un contrattempo dovuto agli eventi climatici, la perdita dei propri bagagli.

Quando si sceglie una meta al di fuori della propria nazione inoltre potrebbe rivelarsi fondamentale sottoscrivere una polizza assicurativa.

L’assicurazione viaggio è un contratto stipulato tra una compagnia assicurativa ed il sottoscrivente intestatario, compreso di una gamma di servizi che attueranno il rimborso in caso di avvenimento.

Le diverse polizze di viaggio vengono programmate sulla base della particolarità e della tipologia del viaggio stesso e del viaggiatore, presentandosi meno flessibili rispetto ad altre assicurazioni. Sul mercato si trovano diverse tipologie di assicurazione viaggio, generalmente si potrà scegliere tra:

  • Polizza di il rimborso in caso di annullamento del viaggio (una probabilità che potrebbe verificarsi in caso di malanno, di un imprevisto famigliare, da tenere sempre in considerazione).
  • Assicurazione per smarrimento bagagli (un evento spesso frequente che potrebbe richiedere l’acquisto del materiale presente all’interno del proprio bagaglio).
  • Assicurazione per infortuni o malattie in viaggio (questa opzione è particolarmente importante in caso di improvviso malanno e ricovero ospedaliero in un territorio straniero sia a carico del sottoscrivente che a carico del famigliare che viaggia con lui, soprattutto per far fronte alle spese sanitarie a carico del paziente altrimenti).

 

TIPOLOGIE DI ASSICURAZIONE VIAGGIO

Annullamento del viaggio: in caso di disdetta del viaggio senza la copertura di una polizza assicurativa si dovranno pagare le spese di recesso, spesso in cifre considerevoli. Una polizza assicura anche un rimborso sul costo del viaggio disdetto.



Polizza assicurativa sul bagaglio smarrito: grazie a tale assicurazione si avrà diritto al rimborso del valore in denaro degli oggetti contenuti all’interno del proprio bagaglio come vestiario, dispositivi elettronici, gioielli, ecc.

Polizza assicurativa per malattie e infortuni durante il viaggio: un’assicurazione di questo tipo prevede la copertura delle cure sanitarie in caso di infortuni e malanni che altrimenti risulterebbero a carico del viaggiatore, comprese i cifre spesso alte.

Esclusioni polizza viaggio: soggetti che hanno un’età superiore a 75 anni; soggetti sofferenti di malattie psichiche; soggetti sofferenti di malattie croniche; soggetti che praticano sport estremi.

 

SCEGLIERE LA POLIZZA ASSICURATIVA VIAGGIO

Al momento della sottoscrizione di una polizza viaggio saranno analizzate una serie di informazioni, ad esempio il paese di destinazione. Sarà importante analizzare le garanzie proposte dall’assicurazione, i rischi in caso di malanno o infortunio, le spese di rimborso per le possibili acquisizioni di medicinali, ecc.

Si analizzeranno inoltre i motivi del viaggio e i giorni di permanenza sul territorio estero per concordare un premio finale. Sarà importante optare per una polizza compresa di assistenza legale in caso di danni a terzi, oltre che all’assistenza sanitaria quasi primaria nella valutazione dei possibili “inconvenienti”.



Assicurazione Viaggi: come si usa e quale scegliere ultima modifica: 2018-05-25T15:12:42+00:00 da redazione