La cessione del quinto Agos Ducato offre la migliore possibilità di ottenere accesso ad una linea di credito per coloro che sono lavoratori dipendenti o pensionati e vogliono affidarsi alla Agos Ducato per realizzare i propri progetti.

Questo tipo di finanziamento potrà quindi essere richiesto da tutti i pensionati che percepiscono un importo superiore a quello della pensione minima e da tutti i lavoratori dipendenti che sono in possesso di un regolare contratto lavorativo.

 

Prestito non finalizzato

La cessione del quinto offerta dalla società finanziaria Agos Ducato è un tipo di prestito non finalizzato. Questo significa che il denaro richiesto potrà essere utilizzato come si preferisce, senza dover sottostare ad alcun tipo di vincolo e senza dover dare nessun tipo di spiegazione alla società di credito. Sarà quindi possibile utilizzare il denaro ottenuto per sostenere le spese di acquisto di un qualsiasi tipo di bene o di servizio.

 

Cessione del quinto dello stipendio Agos Ducato

La cessione del quinto dello stipendio dà la possibilità ai lavoratori dipendenti di richiedere l’importo desiderato e di rimborsarlo in un tempo massimo di 120 mesi. Il rimborso non avverrà tramite il classico pagamento dei bollettini postali o tramite l’addebito sul conto corrente. L’importo da pagare sarà detratto direttamente dalla propria busta paga. La trattenuta in busta paga sarà quindi in carico al datore di lavoro. L’importo massimo che il lavoratore dipendente potrà pagare ogni mese non potrà mai superare un quinto di quanto percepito al netto delle tasse. Al momento della richiesta non sarà necessario presentarsi con un coobbligato. Tale finanziamento può essere erogato anche se attualmente vi sono ulteriori prestiti in corso e se in passato si hanno avuti dei problemi con altri debiti e si è stati iscritti presso il registro del Crif come cattivi pagatori o segnalati come protestati. Fino all’estinzione del prestito il Tfr resterà vincolato in favore di Agos Ducato.

 

Cessione del quinto della pensione Agos Ducato

La cessione del quinto della pensione offre ai pensionati la possibilità di ottenere l’importo necessario per poi rimborsarlo entro 10 anni. Il rimborso non avverrà tramite i soliti canali tradizionali, quindi non ci si dovrà occupare di pagare i bollettini postali ne sarà necessario essere titolari di un conto corrente perchè non sarà possibile rimborsare il debito attraverso l’addebito sul conto corrente bancario. L’importo da pagare sarà quindi detratto direttamente dal cedolino della pensione e tale somma non potrà mai essere superiore ad un quinto di quanto percepito. Sarà quindi l’ente pensionistico ad occuparsi del pagamento della rata mensile. Per richiedere il finanziamento non sarà necessario presentarsi con un coobbligato. Si può effettuare la richiesta anche se vi sono ulteriori prestiti in corso ma anche se si è stati segnalati come cattivi pagatori o protestati.

 

Assicurazione rischio vita e rischio impiego

Per la cessione del quinto, sia che si tratti di quella relativa allo stipendio che quella relativa alla pensione, per legge è prevista un’assicurazione rischio vita obbligatoria. Nel caso del lavoratore dipendete è inoltre prevista una polizza rischio impiego. Tali polizze assicurative saranno stipulate a favore della Agos Ducato che, proprio per questo, si impegnerà a pagarne il premio. La polizza assicurativa sarà quindi stipulata secondo quanto previsto dalle attuali Leggi Italiane, ma il loro costo sarà pagato dalla Agos Ducato.

 

Realizza i tuoi progetti

La cessione del quinto Agos Ducato può essere la soluzione ideale per risolvere i propri problemi economici ma potrebbe anche essere utilizzata per acquistare gli oggetti che più si desiderano o per la realizzazione di uno o più progetti. E’ inoltre possibile finanziare le spese da sostenere per affrontare il viaggio dei propri sogni, le spese matrimoniali o per acquistare la nuova automobile tanto desiderata.



La cessione del quinto Agos può essere richiesta quindi da tutti i lavoratori dipendenti e dai pensionati. Quando viene richiesta da un lavoratore dipendente si parla di cessione del quinto dello stipendio e l’importo da pagare viene detratto direttamente dalla busta paga. Quando viene richiesta da un pensionato si parla invece di cessione del quinto della pensione e la rata da pagare viene mensilmente detratta dal cedolino della pensione.

In entrambi i casi si tratta di un prestito personale non finalizzato e pertanto il richiedente può usufruire del denaro ottenuto nella maniera che meglio preferisce senza doversi prestare ad alcun vincolo nei confronti della società finanziaria. Si potrà quindi procedere con la massima tranquillità con l’acquisto di beni e servizi di qualunque genere, senza avere la preoccupazione di dover disporre sin da subito dell’intera quota da spendere. Il tutto potrà essere dilazionato in comode rate mensili e la durata del periodo di ammortamento si potrà determinare in sede contrattuale.

Cessione del Quinto Agos: Finanziamento a 120 mesi

Il finanziamento può durare fino a 120 mesi e richiedendolo il lavoratore o il pensionato autorizzano la Agos, cioè il creditore, ad ottenere ogni mese una quota del proprio stipendio o della propria pensione direttamente dal datore di lavoro o dall’Ente pensionistico.

La cessione del quinto Agos prevede la sottoscrizione obbligatoria di una polizza rischio vita e rischio impiego, quest’ultima solo nel caso di cessione del quinto dello stipendio, che potranno essere sottoscritte direttamente presso la Agos. Tale polizza assicurativa andrà a tutelare il consumatore o i suoi eredi nel caso di sfortunati eventi. Il beneficiario di tale polizza sarà la società finanziaria e difatti sarà la Agos ad occuparsi del pagamento di questa polizza.

Trattandosi di una cessione del quinto l’importo massimo che si potrà pagare ogni mese non dovrà superare un quinto di quanto percepito in busta paga o sul cedolino della pensione.

Per quello che riguarda le garanzie, non saranno necessarie garanzie aggiuntive ne la presenza di un garante. La cessione del quinto Agos può essere richiesta anche da chi in passato ha avuto dei disguidi finanziari e non riesce ad avere accesso al normale credito al consumo. Il prestito potrà quindi essere richiesto anche da protestati e da cattivi pagatori.

Nel caso di cessione del quinto dello stipendio il TFR sarà vincolato sino a quando tutto il finanziamento non sarà estinto.

In linea generale il lavoratore dipendente con un lavoro a tempo determinato può accedere ad un finanziamento mediante la cessione del quinto solo se il periodo di rimborso terminerà prima della scadenza del suo contratto di lavoro. Per quanto riguarda i pensionati invece, coloro che percepiscono la pensione minima non potranno richiedere questo genere di finanziamento perché per lo Stato l’importo percepito sul cedolino della pensione è quello minimo per garantire ad un soggetto una vita dignitosa e quindi non sarà possibile sottrarne una quinta parte per pagare le rate di un prestito personale.

 

Opinioni Cessione del Quinto Agos

La cessione del quinto Agos può essere una validissima opportunità per avere accesso ad una linea di credito per tutti coloro che necessitano di un finanziamento e non riescono ad ottenerlo a causa di problemi con altri debiti avuti in precedenza. I cattivi pagatori ed i protestati con un regolare contratto di lavoro ed i pensionati che risultano essere iscritti presso il registro del Crif e in quello dei protestati potranno quindi, sempre a discrezione della società finanziaria, ottenere nuovamente un finanziamento.