Cessione del Quinto Poste Italiane, per Pensionati e Dipendenti Pubblici



La cessione del quinto Poste è un tipo di finanziamento che può essere richiesto presso gli uffici di Poste Italiane da tutti coloro che risultano essere pensionati Inps, pensionati Inpdap, Dipendenti Pubblici, Dipendenti Statali e coloro che appartengono alle Forze Armate.

I prestiti con la cessione del quinto si dividono in:

  • Quinto BancoPosta Pensionati, dedicato appunto ai pensionati Inps e Inpdap;
  • Quinto BancoPosta Dipendenti Pubblici, dedicato ai Dipendenti Statali e Pubblici nonché per le Forze Armate.

 

Cessione del quinto della pensione

Per ottenere una cessione del quinto Poste per pensionati è necessario quindi richiedere Quinto BancoPosta Pensionati. Si può tranquillamente richiedere senza essere in possesso di un conto corrente e può essere utilizzato anche per estinguere uno o più finanziamenti già in corso. Si tratta di un prestito personale che può essere richiesto anche da chi ha problemi nell’accedere al credito come i cattivi pagatori ed i protestati.

La rata da pagare sarà detratta direttamente dalla pensione del cliente ed il suo importo massimo non potrà mai essere superiore ad un quinto di quello che il pensionato percepisce ogni mese. Il piano di rimborso potrà durare dai 36 ai 120 mesi. Per obbligo di legge sarà necessario stipulare un contratto assicurativo polizza vita il cui costo sarà a carico della banca. Non saranno presenti spese per l’estinzione anticipata del debito né per le commissioni accessorie. I documenti necessari da presentare nel momento in cui si fa la richiesta sono: un documento d’identità, la tessera sanitaria ed il cedolino della pensione.



 

Cessione del quinto per i dipendenti pubblici

Per ottenere la cessione del quinto Poste per Dipendenti Pubblici, Dipendenti Statali e per le Forze Armate sarà invece necessario richiedere il finanziamento chiamato Quinto BancoPosta Dipendenti Pubblici. Anche questo prestito postale non prevede la presenza del conto corrente e può essere utilizzato per estinguere altri finanziamenti ancora in corso. Si può richiedere l’erogazione anche nel caso in cui il beneficiario risulti essere cattivo pagatore o protestato.

La rata sarà trattenuta direttamente sulla busta paga del lavoratore ed il suo importo sarà sempre inferiore ad un quinto di quanto viene percepito. Per quanto riguarda le Forze Armate, possono accedere a tale prestito di Poste Italiane tutti gli appartenenti all’Aeronautica Militare, alla Marina Militare, all’Esercito Italiano, alla Guardia di Finanzia ed all’Arma dei Carabinieri. Il piando di rimborso può durare dai 36 ai 120 mesi. Tra i requisiti ricordiamo inoltre la cittadinanza italiana ed il contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Per legge sarà necessario stipulare una polizza assicurativa per tutelarsi dal rischio di perdita dell’impiego i cui costi sono a carico dell’istituto di credito. Per richiedere la cessione del quinto dello stipendio di Poste Italiane sarà necessario presentari presso uno dei tanti uffici postali e presentare un documento d’identità in corso di validità, la tessera sanitaria, il Cud e le ultime due buste paga.