Durante gli ultimi anni il settore dell’argento ha visto l’incrementarsi di nuove opportunità di investimento. Il grosso rally che sta coinvolgendo il settore ha spinto molti ivestitori a compiere il grande passo. Ma è davvero così conveniente investire nell’argento oggi?

Il metallo dell’argento veniva utlizzato sin dai tempi antichi come moneta di scambio, insieme al metallo prezioso dell’oro, all’interno del sistema del bimetallismo, utilizzato fino al termine del XIX secolo.

Per circa un secolo quindi l’argento sembava aver esaurito la sua funzione, conservato in una sorta di dimenticatoio prima del ritorno di fiamma.

Il valore dell’argento, sia come metallo prezioso affiancato all’oro, che come investimento rifugio, risulta estremamente importante per la realizzazione di alcuni componenti industriali al fine di realizzare componenti elettroniche.

Il prezzo dell’argento è inoltre aumentato grazie ai consumi dell’Asia, dell’India e della Cina.

 

COME INVESTIRE NELL’ARGENTO IN MODO EFFICACE

Gli investimenti nel metallo dell’argento possono dividersi in diverse metodologie, alcune più consigliabili rispetto ad altre.

 

MONETE D’ARGENTO

Le monete d’argento rapprsentano il sistema più diffuso utilizzato per gli investimenti e sicuramente il più antico. Alcuni particolari Nazioni hanno di fatti scelto di mantenere invariate alcune monete in argento al fine di sostenere la richiesta del metallo. Un esempio delle monete tutt’oggi presenti in argento sono i dollari e le sterline, ma soltanto sotto forma di una produzione collezionistica e investimento.

Il valore riportato su ogni singola moneta è puramente fittizio, rappresentando invece una somma molto più alta. Investire nelle monete d’argento risulta di facile implementazione, sino al momento della rivendita. In considerazione negativa si aprono invece alcune fonti di rischio come il possibile furto delle monete, nonché l’occupazione dello spazio che un grande quantitativo di monete in metallo richiede.



Oltre a ciò vi è la questione della penalizzazione durante l’acquisto, poiché in caso di vendita successiva il prezzo delle monete otterrà un quantitativo minore di guadagno, sino al 20%. Il fattore rarità delle ormai monete in circolazione potrebbe però assumere un valore superiore alla spesa sostenuta nel corso del tempo.

 

LINGOTTI D’ARGENTO

I lingotti d’argento rappresentano uno dei metodi più classici, sotto forma del prezioso metallo fuso in appositi lingotti. Allo stesso modo delle monete la loro conservazione occupa un quantitativo significativo di spazio, esponendo i lingotti al rischio di furto. Per ridurre al minimo i rischi alcune banche hanno messo a disposizione dei depositi adibiti a rifugio, da qui l’assunzione del termine “investimento rifugio”. Nel remoto caso di guerre e crolli azionari e finanziari i lingotti non perderanno il loro valore e un investimento del genere potrebbe quindi fare proprio al caso vostro.

 

ARGENTO FINANZIARIO

Per argento finanziario si intende l’acquisto di quote di fondo all’interno della commodity argento, per mezzo di un ETC, con effettivi valori finanziari previsti per lo scambio delle azioni.

 

OGGETTI REALIZZATI IN ARGENTO

Tutti gli oggetti in argento che si possiedono all’interno delle proprie case possono essere monetizzati tramite gli esercizi commerciali di “compro oro e argento”. Ma questo, più che un investimento, risulta essere una fonte di guadagno immediata al ribasso del reale valore di mercato.

 

AZIENDE ESTRATTIVE

E’ possibile collegare un investimento in argento attraverso un  portafoglio azioni di aziende collegate alla sua lavorazione o estrazione. L’investimento di questo tipo prevede un’azione indiretta, collegata al diretto aumento del valore del metallo e dell’incremento delle aziende. Tuttavia da tenere in considerazione sono i possibili rischi di fallimento a cui la maggior parte delle aziende è posta, in particolar modo durante l’attuale periodo critico dell’economia.