In che cosa consiste il conto corrente per i liberi professionisti? Non tutti conoscono la differenza fra un conto corrente standard e un conto corrente dedicato ai liberi professionisti.

Il conto corrente è uno strumento idealizzato per la gestione del denaro in entrata, in uscita, per il denaro di risparmio, per varie tipologie di pagamenti, ecc. Esistono tuttavia una serie di tipologie di conti correnti specifici che rientrano in diversi settori, come il conto corrente di corrispondenza per le aziende e le imprese e il conto corrente per i liberi professionisti.

Il conto corrente per i liberi professionisti ricorda da una parte il precedente conto corrente descritto per le aziende e dall’altra la versione di un conto corrente delega.

 

CONTO CORRENTE PER LIBERI PROFESSIONSITI CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Il conto corrente per liberi professionisti è pensato proprio per la categoria lavorativa specifica, ma non risulta tuttavia obbligatorio. La legge stessa non impone l’apertura di un conto corrente dedicato all’attività professionale sul quale far transitare relativi pagamenti e accrediti. Tuttavia questo particolare tema legale risulta essere sconosciuto per alcune persone, riferendosi chiaramente al Decreto Bersani del 2007 il quale ne stabiliva invece l’obbligatorietà. Tale provvedimento è stato abrogato due anni dopo, senza però una particolare rilevanza mediatica.

 

VANTAGGI DI UN CONTO CORRENTE PER LIBERI PROFESSIONISTI

Aprire un conto corrente per liberi professionisti non risulta obbligatorio, ma sicuramente consigliabile, soprattutto dal punto di vista delle gestioni odierne.

Tra i vantaggi che si possono ottenere dall’apertura di un conto corrente per liberi professionisti si trovano:



  • Una panoramica reale dei fondi aziendali.
  • Agevolazioni in caso di controlli da parte dell’istituzione dell’Agenzia delle Entrate.
  • Gestione semplificata e rapida delle spese e delle entrate.

 

CONTI CORRENTI PER LIBERI PROFESSIONISTI GRATUITI

Alcune banche sono solite offrire conti correnti gratuiti, privi del canone, per i liberi professionisti, una soluzione particolarmente apprezzata da molti correntisti.

Tra gli istituti che rendono disponibile questa opzione troviamo:

  • Fineco
  • Hello Bank BNL
  • CheBanca!
  • Credit Agricole

Un ulteriore conto corrente per i liberi professionisti è rappresentato da MyBusiness di Webank, attivabile e gestibile completamente tramite servizio online. MyBusiness richiede la presenza di un documento d’identità con validità in corso, codice fiscale, Partita Iva, copia della certificazione dell’avvenuta iscrizione alla Camera di Commercio (valida anche la sola visura camerale). L’attivazione online del conto per liberi professionisti MyBusiness di Webank è gratuita, fatta eccezione però per le spese del canone mensile.

Lo stesso conto rende disponibile l’utilizzo di un bancomat gratuito e una carta di credito internazionali, permettendo i pagamenti degli stipendi, del modello F24, MAV e RAV. La polizza gratuita multirischi, in abbinamento al conto, offre il possibile rimborso delle spese di viaggio in caso di imprevisti, una protezione sui prelievi e sugli acquisti effettuati tramite carta di credito, oltre che al rimborso per le spese relative ai costi per l’eventuale recupero dei punti sulla patente, oltre al rilascio del POS. La liquidità remunerata sul conto è fissata con un tasso di interesse del 3,75% (per somme fino a 50.000 euro, oltre tale giacenza1,25%).