Finanziamenti Europei come richiederli e come ottenerli a fondo perduto



Cosa Sono

Cosa sono i finanziamenti europei e chi può usufruirne? Con quale criterio vengono concessi? Chi è agevolato? Queste sono le domande che vengono regolarmente poste quando si è in cerca di un prestito per ampliare un’azienda già esistente o per aprire una nuova attività imprenditoriale.

Ogni giorno possiamo, purtroppo, leggere sui quotidiani o vedere nei telegiornali che sono sempre più le piccole e medie imprese italiane che chiudono. La maggiorazione di quasi tutte le spese, l’aumento del canone di affitto e tutte le tasse aggiuntive rendono la vita degli imprenditori molto difficili.

Di conseguenza, questi, non riuscendo a portare avanti la propria attività, talvolta si trovano a licenziare il proprio personale per ridurre i costi e altre volte sono addirittura costretti a chiudere del tutto. Stiamo vivendo quindi un vero e proprio periodo di crisi economica.

A tal proposito, sia per dare una mano alle imprese già esistenti sul territorio nazionale ma soprattutto per permettere l’avviamento di nuove attività imprenditoriali, l’Unione Europea, lo Stato e alcuni enti locali come la Provincia e la Regione decidono saltuariamente di stanziare dei fondi da donare agli imprenditori.

Si tratta di finanziamenti alle imprese e quelli erogati tramite la concessione dell’Unione Europea prendono il nome di Finanziamenti Europei. Si tratta di liquidità richiedibile da tutte le imprese di piccole o medie dimensioni che intendono ampliare la propria mole di lavoro apportando determinate modifiche alla propria azienda come ad esempio l’acquisto di nuovi macchinari. Possono essere richiesti anche da coloro che intendono aprire una nuova attività imprenditoriale e non hanno la liquidità necessaria per farlo con le proprie forze economiche.

 

Come si Richiedono

In entrambi i casi si dovrà partecipare ad un bando di concorso dove si dovrà presentare assieme alla domanda un piano di spesa accuratamente dettagliato. Tutte le spese che si intendono sostenere per l’ampliamento della propria azienda o tutte le spese che si sopportare per aprirne una dal nulla dovranno essere presenti in questo piano di spesa.



Un apposita commissione esaminerà tutte le domande ricevute e dato l’elevato numero di richieste non sarà possibile accontentare tutti inquanto i fondi a disposizione sono limitati. I migliori progetti saranno di sicuro premiati e quindi ribadiamo l’importanza che assume il proprio piano di spese. Chi è avvantaggiato nel richiedere i finanziamenti europei? Di sicuro chi vive nelle zone d’Italia ritenute economicamente disagiate ha più possibilità di ottenere un prestito rispetto a coloro che vivono in zone done le aziende non mancano.

Solitamente si cerca di favorire l’imprenditorialità femminile e quindi le attività di impresa create da una donna o da una società formata dalla maggior parte da soci donne può essere avvantaggiata. Gli stessi favori vengono dati ai giovani inquanto l’Unione Europea vuole favorire la nascita di nuovi imprenditori in modo tale da dare spazio anche a chi vuole inserirsi per la prima volta nel mondo del lavoro.

 

Finanziamenti Agevolati e a Fondo Perduto

I finanziamenti europei possono essere agevolati, a fondo perduto o in parte agevolati e in parte a fondo perduto. Cosa significa? I prestiti agevolati sono dei finanziamenti che consentono a chi ha la fortuna di riceverli di godere di agevolate modalità di rimborso. Solitamente il tasso di interesse che matura sul capitale erogato è di molto inferiore alla media di mercato e talvolta è addirittura pari allo 0%. In questo caso l’imprenditore che usufruirà di un finanziamento europeo dovrà restituire ratealmente lo stesso importo che gli è stato concesso in prestito senza alcuna spesa aggiuntiva.

Nel caso dei finanziamenti a fondo perduto, cosa un pò più rara, colui che riesce a beneficiarne non dovrà restituire indietro alcuna somma di denaro inquanto è appunto donata a fondo perduto.

Quando un finanziamento è invece in parte agevolato ed in parte a fondo perduto vuol dire che di tale prestito solo una parte dovrà essere rimborsata ed ad un tasso di interesse molto vantaggioso e assai inferiore agli attuali standard di mercato.