Mutuo Usurario: come calcolarlo e a chi rivolgersi in caso di sospetti



Uno dei problemi che è stato più volte rilevato nell’ultimo periodo in Italia riguarda i mutui usurai. Si tratta di una lotta che vede da una parte le Banche e dall’altra parte gli utenti che vengono tutelati dalle Associazioni dei Consumatori. Ad oggi il problema è stato solo parzialmente risolto, la Legge Italiana limita i tassi usurai imponendo un tasso massimo che non deve essere superato ma a volte questa regola non viene sempre rispettata dagli istituti bancari.

 

Come Calcolarlo

Precisiamo che con il termine mutuo usuraio andiamo a selezionare tutti quei mutui il cui tasso offerto è superiore a quello imposto come soglia massima dalla Legge Italiana.

Per verificare se l’interesse applicato è usuraio o meno le Associazioni dei Consumatori o l’intestatario del mutuo possono effettuare un semplice calcolo matematico.

Tornando al calcolo matematico, questo è davvero molto semplice, basterà infatti sommare gli interessi del mutuo alle spese degli interessi di mora. Se il totale è superiore a quanto previsto dalla Legge Italiana vuol dire che è stato superato il tetto massimo e quindi si parla di un mutuo illegale in quanto usuraio.

 

Legge Anti Usura

Chi deve richiedere un mutuo è tutelato da un’apposita Legge chiamata Legge Anti Usura, introdotta nel 1996. Bisogna però prestare molta attenzione perchè alcuni istituti di credito, come già avvenuto in passato, riescono ad aggirare la norma a discapito del consumatore.



Nel 2013, il 9 gennaio, la Corte di Cassazione si è espressa sull’argomento dei mutui usurai. Ed è proprio grazie alla sentenza emessa che oggi è possibile calcolare facilmente, con il sistema proposto all’inizio dell’articolo, gli interessi del mutuo che, sommati a quelli degli interessi di mora, andrebbero a determinare se il mutuo è usuraio o meno.

 

Cosa Fare

Se hai fatto i tuoi calcoli è qualcosa non torna, molto probabilmente sei stato vittima di un mutuo usuraio. Cosa fare in questo caso? Le strade da scegliere sono due.

Puoi contattare un’Associazione Consumatori e valutare insieme il problema. Sarai aiutato e ti verrà consigliata la strada migliore da intraprendere.

Puoi contattare un avvocato ed intraprendere un’azione legale nei confronti dell’istituto di credito. Attenzione però prima di arrivare a questo punto è sempre bene contattare uno specialista del settore ed assicurarsi, al 100% di essere dinanzi ad un illecito. In caso positivo si potrà procedere con una causa, in caso negativo sarà meglio non procedere legalmente per non vedere le spese procedurali sommarsi a quelle già corpose della rata del mutuo da pagare.