Quinto BancoPosta, la Cessione del Quinto di Poste Italiane per Dipendenti Pubblici e Pensionati



Tra i diversi finanziamenti offerti dal gruppo Poste Italiane vi è anche una cessione del quinto, sia dello stipendio che della pensione. A tale finanziamento è stato dato il nome di Quinto Bancoposta.

Si tratta di un prestito personale che viene concesso esclusivamente ai pensionati Inps ed Inpdap ed ai Dipendenti Pubblici che possiedono un contratto di lavoro a tempo indeterminato presso un’amministrazione Statale gestita da Creditonet.

 

Cone Funziona

Il prestito garantisce la massima serenità inquanto trattandosi di una cessione del quinto permette di rimborsare la rata in base alle proprie possibilità finanziarie. Quinto Bancoposta può essere richiesto anche se non si possiede un conto corrente bancario o postale. Può essere utilizzato anche per consolidare altri debito, ossia per chiudere prestiti aperti in precedenza per rimborsare il nuovo finanziamento in maniera più comoda. Non importa se si hanno ulteriori finanziamenti in corso, Quinto BancoPosta sarà comunque concesso.

 

Rimborso

Il rimborso del finanziamento avviene tramite una trattenuta in busta paga o sulla pensione di massimo un quinto della stessa al netto delle spese. L’importo massimo della rata dipenderà quindi da quanto percepito. Il piano di rimborso prevede una durata minima di 36 mesi e massima di 120 mesi.



 

Polizza Assicurativa

E’ previsto l’acquisto obbligatorio per legge di una polizza assicurativa per coprire eventuali rischi di perdita del lavoro o decesso del richiedente. Nel caso si verificasse uno di questi eventi sarà l’assicurazione a coprire economicamente la parte di debito residua. I pensionati non dovranno sostenere nessuna spesa per l’estinzione anticipata ne alcuna spesa per le commissioni accessorie.

I dipendenti pubblici invece in caso di estinzione anticipata dovranno sostenere delle spese pari al massimo ad un punto percentuale su quanto rimborsato in anticipo. Per poter richiedere tale finanziamento è necessario recarsi presso un Ufficio Postale e presentare un documento d’identità, la tessera sanitaria e l’ultima busta paga o il cedolino della pensione.

 

Cattivi Pagattori

La cessione del quinto permette anche a chi è iscritto al Crif ed è pertanto cattivo pagatore o a chi è stato registrato nel pubblico registro dei protesti come protesatato di poter accedere ad un finanziamento. Questo viene reso possibile dal fatto che vi è un rapporto di fiducia tra il creditore ed il debitore perchè chi si occuperà dei pagamenti sarà il datore di lavoro o l’ente pensionistico.

Ogni mese l’importo da pagare verrà sottratto dalla busta paga o dal cedolino della pensione. Proprio per questo motivo la cessione del quinto viene concessa con estrema semplicità e senza richiedere garanzie aggiuntive.